Enna. Dona i soldi del marito ma è appropriazione indebita

Il marito, secondo i suoi racconti, prima di morire le avrebbe detto di donare tutti i suoi averi ai poverelli di Enna. Il motivo? Non voleva lasciare nulla in eredità ai suoi nipoti. E per questa ragione, nel giro di tre giorni, tra l’11 e il 13 settembre del 2012, una vedova di 73 anni svuotò completamente il conto cointestato con il coniuge, circa 165 mila euro, rifiutandosi anche di svelare a chi avesse donato i soldi. La signora,  oggi quasi ottantenne, è stata denunciata dai suoi nipoti. E rischia la condanna  per appropriazione indebita.