Capo d’Orlando. Il sindaco , Franco Ingrillì, chiama a raccolta il plenum consiliare

Non è stata quella che un tempo si definiva una “verifica politica” ma il sapore e l’intento del primo cittadino, lui che faceva parte a pieno titolo di quella schiera, era senz’altro quello. Convocati dal sindaco, in camera caritatis ed in forma del tutto privata ma solenne, si sono incontrati la Giunta e i  consiglieri comunali tutti, per una analisi dei diciotto mesi di vita amministrativa  e per fare il punto della situazione in vista della relazione  che Ingrillì dovrà presentare ai suoi concittadini.

 A distanza di 18 mesi dall’insediamento alla gestione della cosa pubblica dell’Amministrazione in carica, diversi gli argomenti trattati  in un confronto pacato e civile com’è giusto che sia e per ultimo, si è avuto anche il tempo di discutere dell’argomento che maggiormente stava cuore ad Aldo Sergio Leggio ed al suo gruppo:  la composizione della Giunta, sbilanciata  a favore della “Lista Orlandina”.

Non è da oggi né da ieri che Aldo Sergio Leggio, rivendica giustamente un posto in giunta a favore del suo gruppo. Richiesta quanto mai legittima, in virtù della pochezza, insipienza  di alcuni assessori. La  richiesta non è peregrina né campata in aria. I trascorsi amministrativi  dell’ex vicesindaco Leggio li conosciamo benissimo e sono lì  a testimoniare soltanto attivismo, impegno,  lavoro e,  risposte alla gente e non ai  parenti vicini e lontani.

Franco Ingrillì
Franco Ingrillì

capo-dorlando