Piazza Armerina (Enna) – Raccolti 270 euro in monetine per aiutare 2 migranti a studiare

Disposti in cerchio nel cortile, in segno di amicizia e solidarietà, gli ammirevoli studenti della scuola secondaria di primo grado “Cascino” hanno consegnato il salvadanaio “Diamo loro retta” contenente 270 euro, ai loro coetanei migranti. La raccolta è stata effettuata per tutta la settimana, gli studenti hanno donato quanto era nella loro disponibilità economica, consapevoli dell’importante obiettivo da raggiungere, pagare la retta scolastica di giovani meno fortunati.

La vicaria dell’istituto comprensivo “Falcone-Cascino”, Oriana Stefanizzi, ha accolto l’iniziativa dell’associazione Don Bosco 2000: «Aver avuto la possibilità di sensibilizzare i nostri allievi verso tematiche inclusive attraverso esempi di solidarietà sociale, è stato, per noi, motivo di grande orgoglio perché crediamo fermamente nella ricchezza intrinseca dei processi di incontro e scambio tra persone di origini e culture diverse». La campagna promossa dall’associazione sulle due iniziative di solidarietà e integrazione “Io non discrimino” e “Diamo loro retta” ha avuto inizio nella scuola Cascino in occasione della conclusione del progetto”Libriamoci” .

“Io non discrimino”, finalizzato all’educazione alla cultura dell’accoglienza e del rispetto dell’altro attraverso l’attuazione di specifiche azioni di formazione e sensibilizzazione, è stato proposto ai giovani studenti insieme a “Diamo loro retta”, la campagna di sensibilizzazione per la raccolta fondi che permette ai giovani migranti di continuare a studiare. I giovani migranti che desiderano proseguire gli studi necessitano di percorsi personalizzati e le scuole secondarie superiori in grado di offrire loro percorsi di formazione efficaci ed intensivi, spesso, non sono gratuite.

Gabriella Giunta, responsabile delle attività d’integrazione dell’associazione, ci racconta l’emozione provata all’apertura del salvadanaio contenente qualche banconota e moltissime monetine: con la somma raccolta, sarà pagata la retta mensile per due ragazzi e acquistato materiale di cancelleria. Il presidente Agostino Sella ha inviato agli studenti della Cascino una lettera di ringraziamento e un segnalibro ciascuno con lo slogan dell’iniziativa.

Fatta salva la gara di solidarietà degli studenti della Cascino di Piazza Armerina agevolati dal fatto di avere avuto accanto anche la vicaria dell’istituto, Oriana Stefanizzi, sensibile a questo tipo di tematica, gli abitanti della città della Villa del Casale non hanno dimostrato particolare interesse all’iniziativa dei giovani né grande generosità. Un grazie di cuore sincero ci sentiamo di rivolgerlo a tutti gli studenti della Cascino, a coloro i quali si sono prodigati in questa gara di solidarietà, oltre alla prof. Oriana Stefanizzi, anche al presidente Agostino Sella e a Gabriella Giunta, responsabile delle attività dell’integrazione dell’associazione  “Diamo loro retta”.

Istituto Cascino
Istituto Cascino