PALERMO. Sequestrato 80 chili di pesce all’Acquasanta e a Mondello: mancava la tracciabilità

Sessantaquattro chili di prodotti ittici, 20 chili di pesce spada e quattro esemplari di novellame di pesce spada sono stati sequestrati dagli uomini della Capitaneria di porto e dai Carabinieri nel corso di una serie di controlli effettuati nelle zone dell’Acquasanta, Arenella e Partanna Mondello, a Palermo.

Il sequestro, avvenuto per mancanza di tracciabilità ed etichettatura della merce, ha portato anche ad elevare sanzioni per 7500 euro. Mille euro di multa invece per i quattro esemplari di novellame di pescespada, detenuti e venduti illegalmente. Il pesce è stato devoluto in beneficenza all’associazione Provide Regina della Pace. Buon appetito!

Partanna Mondello
Partanna Mondello
Acquasanta
Acquasanta

1496065561-carabinieri-giorno3.jpg