La morte del piccolo Loris, udienza aggiornata al 15 febbraio 2018

La morte del piccolo Loris scaturì da un delitto d’impeto. E’ quanto emerso dalla terza udienza del processo in corte d’appello di assise a Catania. Secondo la procura generale si tratta di «dolo d’impeto», ma ciò non esclude la capacità di intendere e di volere di Veronica Panarello , ritenuta essere l’unica responsabile del delitto. La donna fu condannata il 17 ottobre 2016 a 30 anni per l’omicidio del figlio di appena 8 anni, e per l’occultamento del cadavere nel canalone di contrada Vecchio Mulino, alla periferia di Santa Croce. Il delitto avvenne nella casa degli Stival il 29 novembre del 2014, con il bambino strangolato con fascette di plastica. La prossima udienza del procedimento, che è stato celebrato a porte chiuse, è stata fissata al 15 febbraio 2018.

il Tribunale di Catania
il Tribunale di Catania