Il sindaco di Brolo, nel messinese, Irene Ricciardello, si sveglia da un lungo torpore e chiede i Vigili del Fuoco nel suo paese.

L’altra settimana, con un articolo-appello al sindaco di Capo d’Orlando Franco Ingrillì, avevamo chiesto che si attivasse presso il Ministero dell’Interno, per ospitare un presidio dei Vigili del Fuoco. Ad onor del vero, il primo cittadino orlandino, non ha dato nessuna risposta alla richiesta come se la cosa non fosse né seria né impellente, probabilmente colto dalla solita immane afasia, non ha dato nessun seguito alla legittima richiesta da noi formulata. Adesso leggiamo che il sindaco di Brolo, Irene Ricciardello, aveva inviato al ministero dell’Interno la formale disponibilità ad ospitare un presidio dei Vigili del Fuoco volontari nei locali dell’ex stazione ferroviaria del suo paese.

La richiesta nasce dagli innumerevoli incendi, di natura dolosa che, nel periodo estivo, si sono susseguiti, con allarmante frequenza nel comprensorio distruggendo ettari di territorio, bosco, macchia mediterranea, campi coltivati, uliveti e sughereti. Nei giorni scorsi, proprio a Brolo, si sono incontrati i rappresentanti delle amministrazioni favorevoli alla proposta, in quest’occasione il sindaco Ricciardello ha mostrato i locali individuati per ospitare il distaccamento, ove già si erge il locale presidio di Protezione Civile.

“I volontari – dichiara Irene Ricciardello – hanno dato prova della loro disponibilità, del loro impegno e della capacità d’intervento ed operatività in situazioni veramente critiche. La scelta di localizzare un distaccamento a Brolo è stata quindi considerata, da tutti gli amministratori favorevoli, strategica ai fini del pronto intervento sul territorio, come dimostrato appena la scorsa estate quando numerosi incendi sono divampati nello stesso hinterland. Casi in cui, non solo nella zona costiera ma soprattutto nei centri collinari, diventa troppo rischioso attendere l’arrivo delle squadre da Sant’Agata Militello o Patti, il più delle volte già impegnati su altri fronti di fuoco, e pertanto si è spesso rivelato provvidenziale il pronto intervento di uomini e mezzi del Corpo Forestale e del Corpo di Protezione Civile”.

Intanto a Sant’Agata Militello il sindaco Carmelo Sottile ha annunciato “Il trasferimento della caserma del distaccamento dei Vigili del Fuoco per vetustà dei locali nell’ex mattatoio di contrada Pianetta” . Il ministero dell’Interno ha inviato  una nota, con la quale  viene chiesto all’ente di valutare la possibilità di formalizzare la proposta della cessione  definitiva a titolo gratuito dell’ex mattatoio. “Per tale immobile- precisa il primo cittadino Sottile – è stato predisposto un progetto preliminare il cui importo complessivo ammonta ad un milione di euro”.

E’ innegabile che il problema degli incendi dell’estate scorsa, ha lasciato una profonda ferita in tutti noi. Altrettanto innegabile è il fatto che la richiesta del sindaco brolese la troviamo legittima e pertinente e noi non vorremmo trovarci tra coloro i quali vorrebbero scatenare una guerra tra i poveri.  A Capo d’Orlando o Brolo, ben vengano i Vigili del Fuoco purchè non siano i vigili di Viggiù!

Brolo
Brolo
Capo d’Orlando
Capo d’Orlando