Capo d’Orlando, la città delle famiglie…e dell’assessore dei pantaloncini corti!

Da un questionario venuto fuori di recente la città paladina si conferma ghiotta meta turistica per le famiglie. E questo è un dato positivo che dovrebbe far capire al nostro sindaco che con un uomo diverso dall’attuale assessore,  il turismo a Capo d’Orlando, iniziato a cavallo tra gli anni cinquanta e gli anni sessanta, potrebbe conoscere una nuova stagione di rilancio. Certo, dovremmo accontentarci di un assessore che agli incontri ufficiali si potrebbe presentare vestito decentemente e non in pantaloncini corti sempre e comunque convinto che, in questa tenuta,  promuove il turismo nella nostra città!

«Capo d’Orlando si consacra città adatta alle famiglie e risconta il favore dei turisti». Lo afferma il sondaggio condotto, nella stagione estiva, dal “Meetup Orlandino”, in collaborazione con l’amministrazione comunale. Un’iniziativa atta a migliorare l’offerta attraverso i feedback dei turisti. Gli attivisti paladini hanno presentato all’esecutivo guidato dal sindaco Franco Ingrillì, il dossier con i dati finali.

«Abbiamo pensato che nell’era delle recensioni la cosa più logica per capire dove migliorarsi sia quello di ascoltare direttamente i turisti- afferma Mauro Li Vigni, fautore del progetto – grazie a questo lavoro oggi sappiamo che il 52% degli intervistati ha scelto Capo d’Orlando grazie al passaparola o perché era già venuto ed il 44% tramite internet. Grazie al questionario redatto sappiamo ad esempio che l’84% del campione intervistato è venuto con la propria macchina o l’ha noleggiata in loco”.

Franco Ingrillì
Franco Ingrillì
Pamoramica San Gregorio
Pamoramica San Gregorio