Cefalù contrada Ferla

Sei anni a piromane di Cefalù (Palermo)

Arriva la prima condanna per la catena di incendi, appiccati nella notte fra il 3 ed il 4 agosto dell’anno scorso, che hanno mandato in fumo contrada Ferla e le montagne che dominano il paesaggio di Cefalù. Secondo il giudice del Tribunale di Termini Imerese, Vittorio Alcamo, colpevole di quegli incendi è il carrozziere piromane Antonino Fertitta. Sarebbe stato lui, nella notte del 3 agosto, ad accendere ben dieci focolai.

Per questo il carrozziere è stato condannato a 6 anni di reclusione. Il giudice Alcamo si è avvalso della collaborazione del commissariato di polizia di Cefalù, guidato da Manfredi Borsellino che, con il coordinamento del sostituto procuratore Giovanni Antoci, ha portato avanti le attività di indagini sul campo: perquisizioni, attività investigative, oltre alla raccolta di preziose testimonianze dei residenti di contrada Ferla che hanno consentito di acquisire elementi tali da condannare il 38enne carrozziere di Cefalù.

Antonio Fertitta piromane
Antonio Fertitta piromane
Manfredi Borsellino
Manfredi Borsellino