loculi del cimitero sono liberi soltanto per i residenti, dopo le esequie il morto torna a casa

Tutto è pronto per i funerali di Vincenzo Scuto, ex panettiere di 94 anni di Giardini Naxos, quando ai familiari è stato comunicato dal Comune che non vi erano loculi disponibili per la tumulazione, nonostante la pratica già avviata dalla cognata (residente nella cittadina jonica). Era stata fatta vedere anche la tomba. Considerato che la cerimonia era stata già fissata, sono state celebrate le esequie. Ultimata la funzione, la bara ha dovuto però fare ritorno a casa. Parenti e conoscenti erano increduli. Il defunto è stato così riaccompagnato nella sua abitazione, dove era domiciliato, ma non residente. E questo sarebbe il particolare che ha fatto registrare il singolare episodio. Dal Comune fanno sapere che al momento sono disponibili 60 loculi, destinati ai residenti. Un numero che consentirà di andare avanti per un altro anno appena. Per questo motivo è in vigore una ordinanza finalizzata a requisire le tombe. E’ stato già predisposto un bando di gara per la realizzazione di altri 185 loculi. Sarà espletato il prossimo 28 febbraio. Grazie all’intervento del vigile sanitario Franco Raneri, la salma dell’ex panettiere è stata trasferita temporaneamente nella camera mortuaria del cimitero. In attesa della cremazione.
Quando i morti non hanno pace…