Filtrano i primi nomi dall’indagine al comune di Barcellona Pozzo di Gotto: in carcere Angelo Coppolino ex assessore della Giunta del sindaco Materia.

Filtrano i primi nomi dall’indagine al comune di Barcellona Pozzo di Gotto: in carcere Angelo Coppolino ex assessore della Giunta del sindaco Materia.

In carcere da stamattina è finito l’ex assessore allo Sport di Barcellona Pozzo di Gotto, Angelo Coppolino, che faceva parte della giunta Materia e altre sette persone tra amministratori e funzionari del Comune sottoposte a misure cautelari per concussione, abusivismo e falso. È il primo esito di un’indagine che è partita nel 2016, dopo una segnalazione anonima sui lavori di ristrutturazione di un B&B e del ristorante ubicato proprio di fronte. Entrambi riconducibili all’ex assessore, costretto a dimettersi dopo che furono rese note le indagini a suo carico e il sequestro dei due locali.

“A Coppolino va l’apprezzamento per il senso delle istituzioni dimostrato e per l’attività svolta come assessore, con passione e spirito di servizio”, aveva accolto così le dimissioni del suo assessore, il sindaco Roberto Materia.

L’indagine, già nota nel 2016, riguarda lavori completamente abusivi in pieno centro storico proprio alle spalle del Palazzo comunale, realizzati grazie alle coperture dell’ufficio tecnico, dell’ufficio abusivismo e sanatorie. Questo è quanto è emerso dalle indagini della polizia di Barcellona, coordinate dal pm Matteo De Micheli. Dall’alba di stamattina l’esecuzione delle misure.
La conferenza stampa alla ore 12 chiarirà altri particolari.