La Cassazione conferma la pena a quattro anni e sei mesi per usura a Paolino Sottile di Capo d’Orlando

Confermata in Cassazione la condanna a quattro anni e sei mesi inflitta per usura a Paolino Sottile di Capo d’Orlando. La Seconda Sezione penale della Suprema Corte ha rigettato il ricorso presentato dall’imputato, condannato, in primo grado, a sette anni di reclusione. In appello la pena era stata ridotta a quattro anni e sei mesi di reclusione, oltre al pagamento di una multa da nove mila euro e cinque anni di interdizione dai pubblici uffici.

La vicenda vide inoltre imputato, l’ex direttore dell’ufficio postale di Capo d’Orlando, Marcello Restifo Olivera, di Alcara li Fusi in provincia di Messina, che fu condannato in primo grado a tre anni di reclusione ed al pagamento di otto mila euro di multa sempre per il reato di usura, ma assolto in secondo grado, dai giudici messinesi, per non aver commesso il fatto. Marcello Restifo Olivera ha ripreso regolarmente il suo posto di direttore delle poste di via Roma in Capo d’Orlando.