Alessio Villarosa (M5S) “Sono una persona specchiata”

 

 

All’ora di pranzo il deputato pentastellato di Barcellona Pozzo di Gotto Alessio Villarosa ha finalmente detto la sua per quell’operazione di Bankitalia che portò alla chiusura della banchetta di famiglia denominata Idea Finanziaria. Così al giudice Barbagallo ha detto che ” era un impiegato, non sapevo nulla di quel che faceva mio fratello ( è in Brasile dove ha moglie e figlio, ndr) e il CdA, non mi risultano processi a carico della nostra famiglia, so di un’interrogazione del Pd ma ho querelato i giornalisti per gli accostamenti alla mia persona. Che, al massimo, ha avuto una multa per divieto di sosta, altro che riciclaggio e metodi usurari”. No, non era affatto il tipo conosciuto come aggressore parlamentare. Qualche falla nella ricostruzione della difesa davanti ai suoi colleghi e simpatizzanti di partito dopo gli articoli di chi firma queste note e la negazione di un qualsiasi confronto con il senatore Mario Giarrusso, che lo avrebbe dovuto contattare dopo un comizio elettorale tenutosi a Palazzo dei Leoni. All’udienza del 17 maggio se ne riparlerà con Giarrusso teste della difesa. E oggi Giorgia Malfa, veneta di Monselice ma con residenza a Furnari, nel messinese, ha ammesso che nessuno si è mai sognato di fare ricerche su Idea Finanziaria e, magari, sui processi sparsi in mezza Italia. ” Alessio era tristissimo per il collegamento alla sua persona”. Bah, sarà il caso di sentire chi denunziò tutto, ovvero Elio Lannutti dell’Adusbef. Ehi, ma è passato con M5S ed è candidato al Senato Lazio2.