Noto

Mamma disperata: “Ho perso un figlio per colpa di una mucca”

Perdere un figlio di appena 34 anni in seguito ad un incidente stradale è già una tragedia immane, ma doverlo piangere a causa di una mucca che gli ha attraversato la strada su una Statale è proprio inaccettabile. Anche per questo Placida Basile, 54 anni, la madre di Corrado Leone, ha deciso nei giorni scorsi di sporgere querela alla Stazione dei Carabinieri della loro città, Noto, chiedendo con forza che vengano individuati e puniti i responsabili e riservandosi di costituirsi parte civile nel futuro processo.

Il dramma di Corrado, conosciutissimo a Noto, ha destato vasta eco in tutta la Sicilia. Il giovane, che faceva l’elettricista, poco prima delle 17 del 4 novembre scorso stava procedendo in sella alla sua motocicletta sulla Statale 287, nel territorio del suo stesso comune di residenza, in contrada Lenzavacche, quando all’improvviso, dopo una curva, si è materializzata sulla strada la possente sagoma di un bovino: il primo centauro della fila (in tutto erano in cinque) è riuscito ad evitare l’ostacolo paratosi davanti, il trentaquattrenne, che lo seguiva, purtroppo no. L’impatto è stato fatale: il giovane è stato sbalzato dalla moto, il casco gli è stato strappato dalle corna dell’animale, ed è infine rovinato sull’asfalto battendo la testa contro i massi a bordo strada e finendo a svariati metri di distanza. Il tutto sotto gli occhi atterriti degli altri motociclisti che lo seguivano. Inutili tutti i tentativi di soccorrerlo: troppo gravi i politraumi riportati nella caduta, il suo cuore ha cessato di battere.

Stazione carabinieri
Stazione carabinieri