Premiata a Pisa giovane scienziata di Brolo

Lei è Rossella Bruno, premiata con altre eccellenze in forza alla Scuola Toscana.  «Non me lo aspettavo, ma naturalmente ci speravo. Ho sempre creduto molto nel mio progetto di ricerca, ma i risultati hanno superato le aspettative». Così  la  Bruno, biologa dell’azienda ospedaliera universitaria pisana, originaria di Brolo, in provincia di Messina,  premiata per la migliore tesi di dottorato, nell’ambito del PhDay2018, la giornata durante a quale all’università di Pisa vengono premiati i sei elaborati più meritevoli. La sua è una tesi incentrata su uno strumento per diagnosticare un tumore causato dall’esposizione all’amianto.  Maturità classica nel 2004, poi alla laurea triennale in Scienze biologiche molecolari nel 2007 fino alla specialistica in Scienze e tecnologie biomolecolari all’università di Pisa nel 2009. «Al liceo Vittorio Emanuele III di Patti, ho capito cosa avrei voluto fare da grande e come avrei dovuto farlo», racconta la ricercatrice che nel 2014 consegue il diploma di specializzazione in Genetica medica all’università di Firenze e nel 2018 il dottorato in Fisiopatologia clinica all’università di Pisa.
Alla dottoressa Rossella Bruno le felicitazioni della WEB TV pippogaliponews.it di Capo d’Orlando con l’auspicio che possa raggiungere sempre più ambiti traguardi.