Gaetano Armao

Buone nuove sulla Ragusa – Catania

Il comitato per il raddoppio della Ragusa -Catania attende notizie da Roma. Il Cipe dovrebbe infatti approvare il progetto definitivo dell’arteria entro la fine dell’anno anche se ancora, ricordano i componenti del comitato, Giuseppe Santocono, Salvo Ingallinera e Roberto Sica, il punto della Ragusa-  Catania non è stato inserito all’ordine del giorno del comitato. La novità che potrebbe sbloccare l’iter dell’approvazione è costituita dall’impegno della Regione, firmata dal vice presidente Armao e dall’assessore Marco Falcone, ad essere disponibile ad investimenti atti ad abbassare ulteriormente i pedaggi per alcune categorie e alcune fasce orarie. Il concessionario ha inoltre inviato un solenne atto di impegno a trasferire la propria sede legale in Sicilia così come richiesto durante le precedenti riunioni d’intesa con Regione Sicilia e Comuni. La sede legale in Sicilia permetterà di incassare ulteriori risorse provenienti dalle attività del concessionario che saranno totalmente investite per alleggerire il pedaggio. Questi atti sono stati già notificati inviati al Ministro Lezzi che li ha prontamente trasmessi al Mit e al Mef.

Giovedì prossimo è intanto in programma al Ministero per il Sud un incontro fra sindaci, Regione, concessionario, Ministeri e uffici competenti. Dicono i componenti del Comitato per la Ragusa-Catania: «Ci sono le condizioni affinché il progetto definitivo possa essere presentato al Cipe entro dicembre;. E’ importante che giovedì ci sia la consapevolezza della necessità di questo passaggio, posponendo eventuali definizioni tecniche (Intesa fra Regione, Comuni, Ministeri e Anas per individuare la qualità e quantità di investimenti disponibili, le categorie di beneficiari e le modalità di fruizione in tema di pedaggio) alla fase successiva che è quella, dalla pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale, dei tempi contingentati e brevi previsti dalla legge per la presentazione e la definizione del progetto esecutivo».

Marco Falcone
Marco Falcone