Augusta

Obbligava la cugina disabile a prostituirsi

Costringeva la cugina convivente, con problemi di inferiorità psichica, a prostituirsi in cambio di denaro e droga. Un uomo di 42 anni, di Augusta, è stato arrestato dai carabinieri per favoreggiamento, sfruttamento della prostituzione e maltrattamenti in famiglia. Secondo i militari, per costringere la donna a prostituirsi, in più occasioni l’avrebbe anche picchiata.

Le indagini dei carabinieri, che hanno eseguito un provvedimento di custodia in carcere emesso dal gip di Siracusa, sono scattate in seguito a una segnalazione. I fatti si sarebbero svolti da gennaio 2015 a settembre 2018. In casa, insieme al quarantaduenne e alla cugina, viveva pure il figlio della donna, che veniva chiuso in una stanza dall’uomo quando la madre riceveva i “clienti”.

Carabinieri
Carabinieri