La legge di Bilancio: tagli alla Scuola

Potrebbe pure trattarsi della manovra economica più equlibrata mai varata da un governo italiano ma per il semplice fatto che prevede tagli alla scuola per circa 4 miliardi è invece la manovra pù ottusa ed ignorante del mondo. Tagli per oltre quattro miliardi nel triennio, a partire dal 2020. Una assurdità per un Paese che non brilla di certo per la preparazione dei suoi studenti.

Come se non bastasse, nessuna assunzione per il prossimo anno, se non duemila posti per il tempo pieno alla primaria, 400 docenti nei licei musicali e 290 educatori. Ma la polemica scoppia in particolare sul sostegno, la parte più fragile degli alunni: qui la sforbiciata è di oltre un miliardo. La legge di Bilancio sulla scuola parte da queste cifre, terreno dove si consuma lo scontro più acceso tra M5s e Pd, mentre i sindacati ancora tacciono.