Inchiesta “Montagna, condanne definitive per 7 boss dei Nebrodi

I carabinieri hanno arrestato sette persone condannate in via definitiva per associazione mafiosa. Si tratta di esponenti della famiglia mafiosa di Mistretta e del clan dei «Batanesi», storica fazione della famiglia mafiosa di Tortorici coinvolta nell’inchiesta denominata Montagna. I più colpiti dal provvedimento Camillo Batolomeo Testa, 51 anni, condannato a 12 anni di reclusione e Salvatore Zammataro Costanzo, 35 anni condannato a 12 anni e 7 mesi. Ma vediamo il dettaglio.

ll provvedimento riguarda Giuseppe Antonio Calandra, 72 anni, il presunto capo della famiglia mafiosa di Mistretta che deve espiare un residuo di pena di 3 anni; Giacomo Catarinella Mancuso, 53 anni e Antonio Francesco Fazio, che devono espiare un residuo di pena di 2 anni; Camillo Bartolomeo Testa, 51 anni, condannato a 12 anni di reclusione; Antonio Fazio, 48 anni che deve scontare 2 anni e sei mesi;  Salvatore Zammataro Costanzo, 35 anni condannato a 12 anni e 7 mesi; Antonino Calabrese, 66 anni, che dovrà restare in carcere per espiare una pena per 2 anni e sei mesi.

Con queste condanne è fuor di dubbio che la mafia amastratina abbia subito un brutto colpo.

Salvatore Zammataro Costanzo
Salvatore Zammataro Costanzo