Bravi i cittadini che puliscono: ma il sindaco cosa fa?

Alcuni lettori della Web Tv pippogaliponews.it,  per un verso si sono complimentati con il comitato spontaneo che si è assunto il gravoso e nello stesso tempo esaltante compito di pulire il paese, spiaggia compresa, dall’altro verso hanno chiesto con un pizzico di malizia: “ma il sindaco cosa fa?”

Cosa fa il sindaco, fino a questo momento non interessa più di tanto. Noi intanto, siamo giunti all’amara conclusione che il primo cittadino pare abbia grosse difficoltà a tenere pulita  Capo d’Orlando, nonostante un contratto milionario sancito con la ditta che dovrebbe tenere pulita la città anzichè battere cassa ad ogni piè sospinto. Per questa ragione, un gruppo di cittadini guidati da Roberto Testori e l’operatore turistico Carlos Vinci, sempre in prima linea quando si tratta di fare volontariato, ha deciso di costituirsi in comitato e si sono messi a ripulire la cittadina. Che, mi permetto obiettare, non è del sindaco, questo o quello per me pari sono, ma di tutti noi che ci viviamo e abitiamo.

Ognuno dovrebbe occuparsi del suo quartiere di residenza. Prendersi cura degli spazi che appartengono a tutti e sarebbe la dimostrazione di quanto sia cresciuto il senso civico a Capo d’Orlando. Certo, gli incivili sono ancora tanti e molto attivi, ma fino a qualche anno fa le persone per bene si sarebbero limitate alla denuncia. Ora invece scendono in strada non solo per protestare ma soprattutto per pulire, ed è quasi sempre una festa.

Ci si incontra, ci si conosce, insieme si rimuovono i rifiuti e si realizza quel decoro urbano che tante generazioni non hanno mai visto. È una festa, sì. Ma dal finale amaro. Perché dell’igiene ambientale dovrebbe occuparsi il Comune che con i soldi dei contribuenti paga un’azienda della quale governa la tolda di comando, con assoluta disinvoltura.

Ecco, mentre i cittadini rimuovono la spazzatura, anche per indicare il senso civico alle giovani generazioni, mentre scriviamo apprendiamo che la discarica a cielo aperto di Tavola Grande, bonificata qualche giorno fa grazie anche alle pressanti segnalazioni del comitato,  gli incivili e i maleducati che si ritengono i detentori del paese, hanno ricominciato a scaricare i loro rifiuti sempre nello stesso luogo.
A questo punto, il sindaco Franco Ingrillì, che amministra anche questa porzione di maleducati, dovrebbe installare qualche telecamera di videosorvegliana per stanare gli intrusi che vivono in un paese non adeguato a loro…

Tavola Grande
Tavola Grande