Sequestro da 7,5 milioni a noto imprenditore Ennese

Sequestrati beni per 7,5 milioni di euro al commerciante ennese Ettore Forno, indagato per  i truffa, evasione fiscale e usura. Il provvedimento è della Dia di Caltanissetta.

Il sequestro ha interessato dodici società e una ditta individuale, con sede nella provincia di Enna, operanti nei settori dell’estrazione di materiali minerali e della produzione di calcestruzzo, della costruzione di edifici residenziali, del commercio di apparecchiature telefoniche, della gestione di sale giochi e della ristorazione. Tra le attività oggetto del provvedimento risultano un bar-ristorante all’interno del centro commerciale outlet di Agira e una struttura agrituristica di Assoro. Inoltre, sono stati sequestrati anche diciannove immobili, fabbricati e terreni, tra i quali una villa con piscina a Nissoria e numerosi terreni nell’area commerciale di Catania, nonché numerosi rapporti bancari.

L’attività è scaturita da un’indagine del 2010 avviata dalla Dia di Caltanissetta,con i carabinieri di Enna,  sulla base della sproporzione tra il suo elevato tenore di vita e il consistente patrimonio immobiliare rispetto agli esigui redditi fiscalmente dichiarati.

Fondamentali per le indagini le intercettazioni e le perquisizioni in uffici, aziende private e banche. Accertate responsabilità penali di un direttore di un’azienda bancaria di Leonforte, che avrebbe informato il commerciante degli accertamenti bancari all’epoca eseguiti dalla Dia.

Assoro
Assoro