OPERE PUBBLICHE La Cerimonia a Fiumedinisi, Comune capofila. L’opera è costata circa 130 milioni di euro

Metanizzazione, sabato 26 gennaio, inaugurazione impianto servizi in dodici Comuni jonici

Sarà inaugurato sabato prossimo l’impianto di distribuzione del metano che servirà dodici Comuni jonici: Scaletta Zanclea, Itala, Ali Terme, Nizza di Sicilia, Fiumedinisi, Roccalumera, Pagliara, Furci Siculo, Santa Teresa di Riva, Savoca, Casalvecchio Siculo e Sant’Alessio Siculo.

La cerimonia avrà luogo a Fiumedinisi. Alle 18 è previsto il ritrovo in Piazza Matrice (alle 18,30 la S. Messa). Alle 19,45 è in programma il saluto delle autorità ed a seguire, alle 20,15, l’accensione dell’impianto con la benedizione. Si concluderà con la degustazione di prodotti tipici locali.

“Si tratta di una giornata storica per l’intero comprensorio – hanno dichiarato i sindaci di Fiumedinisi (Comune capofila) e S. Teresa di Riva Danilo Lo Giudice (deputato regionale) –. Un grazie particolare va a Cateno De Luca, che ci mise la faccia oltre che il destino politico e anche a tutti coloro che hanno proseguito per portare avanti questa imponente opera”.

Il progetto per la metanizzazione dei paesi jonici dell’ex provincia di Messina è stato redatto dalla FinConsorzio di Roma, che si è aggiudicata la concessione per la progettazione, costruzione e gestione ventennale della rete metanifera dopo la gara bandita dal Bacino “Sicilia Jonico-Peloritano”. L’opera è costata circa 130 milioni di euro.

Danilo Lo Giudice
Danilo Lo Giudice