Riapre il barbiere a Floresta. Il Comune ha concesso in comodato gratuito un locale di 30 metri quadri

Settimo Manera è il figaro di Floresta, piccolo comune dei Monti Nebrodi, ma la chiusura della sua attività, aveva messo in crisi la piccola comunità florestana. Manera è un’istituzione a Floresta. Fa il barbiere e il parrucchiere e, fino a poco tempo fa, apriva bottega un giorno a settimana, anche con servizio a domicilio. A novembre, però, ha comunicato la sospensione dell’attività per mancanza di locali ed ha chiesto al Comune di avere in gestione locali comunali.

Così i residenti di Floresta, in provincia di Messina, sono costretti ad andare nei Comuni limitrofi, Ucria a nord o Santa Domenica Vittoria a sud, distanti entrambi quasi 20 minuti, neve permettendo, per recarsi da un barbiere. Il Comune più alto della Sicilia, a 1.280 metri sul livello del mare ha appena 500 abitanti, di cui quasi la metà ultrasessantenni. In questo contesto, quella del barbiere e parrucchiere rappresenta un’attività sociale.

Il sindaco Antonino Cappadona e la giunta composta da Filippo Monforte, Federica Lupica Rinato e Giacomo Scalisi hanno dato la disponibilità in comodato gratuito triennale per un ex casa popolare in disuso di 30 metri quadri, una stanza e servizi, in via Umberto,

“Una scelta condivisa – dice il sindaco – e supportata da una serie di precedenti nazionali che ne assicurano idoneità, conformità, e liceità. Il Comune ha il diritto di concedere in comodato beni di sua proprietà, non utilizzati per fini istituzionali, per quelle attività dove ravvisa un servizio di promozione sociale e umana.

Settimo Manera, non più giovanissimo ma ancora in perfetta forma, nello spazio individuato in comodato d’uso gratuito in quanto persegue finalità di interesse collettivo, per l’attività di barbiere e parrucchiere nel territorio comunale assicurando un minimo di presenza di un giorno settimanale con la compartecipazione delle spese per i consumi e di tutti gli oneri di manutenzione dell’immobile”.