Copertone killer a Sant’Angelo di Brolo

La Cassazione conferma la condanna a due anni di reclusione per omicidio colposo nei confronti del titolare di un’autofficina di Sant’Angelo di Brolo, piccolo suggestivo paese dei Monti Nebrodi. Nel piazzale di fronte all’esercizio, nel 2008, morì infatti un uomo di 25 anni, Pietro Pintaudi, per lo scoppio di uno pneumatico di un autocarro con gru.

Il giovane venne raggiunto alla testa da due anelli metallici che schizzarono violentemente con conseguenze fatali. Lo scoppio fu causato dal montaggio non corretto degli anelli laterali. Oggi, la sentenza definitiva.