Pezzolo (ME) Il 118 si impantana e per salvare un contadino serve la “derisa” motoape

Rocambolesco salvataggio di un 59enne caduto da un muretto mentre potava gli alberi in un podere di sua proprietà in contrada Pezzolo del Comune di Messina, coi soccorsi che a loro volta hanno rischiato per fortuna meno del dovuto grazie al provvidenziale arrivo della sempre utile e “derisa” motoape.

Il 118 si impantana e per salvare un contadino ferito serve un mezzo 4×4. Ecco che in aiuto dell’equipaggio dell’ambulanza arriva allora una..motoape. Alla fine per il ferito, un cinquantanovenne di Pezzolo, la disavventura si chiude in ospedale, a Messina, dove è stato medicato e dimesso. E per il personale dei soccorsi sarà un’altra giornata da raccontare.

E’ accaduto ieri nel villaggio della zona sud cittadina. Il cinquantanovenne stava lavorando al proprio appezzamento di terreno, stava potando degli alberi quando è precipitato da un alto muretto a secco. L’uomo non riusciva a muoversi, aveva un forte dolore alla gamba e si temeva una rottura. Immediatamente chi era con lui ha lanciato l’allarme e un equipaggio del 118 si è mosso da Scaletta Zanclea.

La strada per arrivare alla campagna del ferito, però, era in pessime condizioni e difficilmente percorribile per i mezzi “ordinari”. Infatti l’ambulanza è rimasta impantanata, rischiando di cadere nel burrone. I soccorritori a bordo, Piero Giannetto, Domenica Gullifa e il dottore Biagio Micali, sono riusciti a mettersi in salvo, ma per liberare il mezzo è servito l’intervento dei Vigili del Fuoco di Messina.

Il cinquantanovenne, però, non poteva attendere, e il personale del 118 ha usato quello che aveva a disposizione. Ha raggiunto il ferito a piedi, lo ha immobilizzato poi lo ha caricato su una motoape messe a disposizione da un abitante della zona.

Con quella, il cinquantanovenne è stato portato di corsa a oltre 10 km di distanza, nello spiazzale di San Placido di Calonerò, il punto più vicino dove l’elisoccorso poteva atterrare. Da qui, finalmente, il trasferimento al Policlinico di Messina, dove i medici lo hanno sottoposto ad accertamenti. Non corre pericolo di vita.

Policlinico di Messina
Policlinico di Messina
118 impantanato
118 impantanato