ATM, «Che fine ha fatto la procedura per l’assunzione dei trenta interinali?”. La Fit Cisl Messina manifesta la propria preoccupazione per lo stallo che si registra nell’Azienda Trasporti

30 gennaio ’19 – “Via libera all’assunzione di trenta interinali per sei mesi ma l’obiettivo è di raggiungere quota 45 assunzioni a tempo”. Così, a fine dicembre, l’Atm trionfalmente annunciava che le fila dei suoi autisti sarebbero state rimpinguate. «Un mese dopo – afferma Letterio D’Amico, segretario provinciale della Fit Cisl – ci chiediamo che fine abbiano fatto quelle promesse, e dove siano le assunzioni concordate con i sindacati e sbandierate dall’azienda». Il commento del segretario della Federazione Trasporti della Cisl arriva dopo mancato riscontro all’indirizzo successivo alla convocazione delle sigle sindacali del 28 dicembre da parte dell’Atm, in cui si annunciavano le assunzioni semestrali.

«Si tratterebbe di trenta “operatori di esercizio” a tempo determinato per sei mesi attraverso avviso pubblico e conseguente selezione, curata direttamente dal centro per l’impiego, dei quali però ad oggi non c’è traccia – spiega D’Amico – circostanza che ci fa temere il peggio, soprattutto con riferimento all’obiettivo dell’assunzione dell’intera forza lavoro già prevista mesi fa, di 45 unità».

«L’assunzione dei 45 autisti era stata bloccata ad agosto – ricorda il segretario della Fit Cisl – producendo significativo nocumento all’offerta dei servizi. Eravamo lieti che il Consiglio d’amministrazione dell’Atm e l’amministrazione avessero rivisto la propria posizione. Oggi non possiamo che rammaricarci delle promesse da marinaio fatte dalla governance dell’Atm».

La Fit Cisl, quindi, chiede a che punto sia la procedura e come mai non si è dato seguito alle delibere del consiglio comunale. «Per quanto tempo ancora – conclude Letterio D’Amico – l’Atm dovrà essere mortificata da questa conduzione balbettante».

ATM
ATM
Letterio D'amico
Letterio D’amico