ospedale Basilotta di Nicosia

Sanità, pioggia di milioni per gli ospedali siciliani

«Dalle parole ai fatti». Così il ministro della Salute, Giulia Grillo, in un video su Facebook, rilancia la notizia che il Nucleo di valutazione degli investimenti del ministero ha reso disponibili effettivamente i soldi per i lavori in 42 strutture sanitarie e ospedali siciliani. «Quelli di oggi – spiega il ministro catanese – sono i primi 236 milioni e presto arriveranno i fondi per altri interventi in almeno 17 altre strutture siciliane».

Questo il dettaglio dei principali interventi, anticipati da Grillo: quasi 40 milioni per la messa a norma del “Cervello” di Palermo, 21 milioni per il nuovo presidio polivalente di Alcamo; 12 milioni per il “Sant’Elia” di Caltanissetta, 14 milioni per il “Sant’Antonio Abate” di Trapani; 10 milioni per il “Sant’Isidoro e San Giovanni di Dio” di Giarre; 13 milioni per un nuovo poliambulatorio al “Cannizzaro” di Catania; 13 milioni per l’ospedale pediatrico “Di Cristina” di Palermo; 13,5 milioni per il “Basilotta” di Nicosia; 11,5 milioni per l’ospedale di Corleone.

«Basta luoghi fatiscenti: la salute e la dignità dei cittadini siciliani – afferma il ministro grillino della Salute – passano anche proprio dal decoro dei luoghi di cura ed è una questione di rispetto. Adesso non vedo l’ora che aprano i cantieri. Rimbocchiamoci le maniche e partiamo».

ospedale di Corleone
Ministra Giulia Grillo