Ricordando Simona Mafai: la militanza politica dalla Resistenza al Dopoguerra messinese di Franca Sinagra Brisca

Alla Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea L. Barbera di Messina mercoledì 16 ottobre, ha avuto luogo nel quinto mese dalla morte a Palermo, la commemorazione della partigiana romana e senatrice Simona Mafai, sepolta accanto al marito On.le Pancrazio De Pasquale nel Gran Camposanto di Messina, città che li ha visti in prima fila nella lotta politica e sindacale del Dopoguerra.

L’incontro a lei dedicato ha visto la presenza di rappresentanti di tutte le età attivi nella politica cittadina, ha sentito le testimonianze di Raffaella De Pasquale, Angela Bottari, Carmen Currò per il CEDAV, Patrizia Maiorana per ARCI, Salvatore Pantano per la ricognizione giornalistica e storiografica.

Ospite d’eccezione Eliana Giorli in La Rosa, partigiana toscana residente a Milazzo e ancora attiva nella politica locale, che ha offerto un ricordo accorato dell’impegno nelle lotte sindacali al fianco di Simona per il riscatto del duro lavoro delle gelsominaie nella piana milazzese. Nella bella sala si celebrava la presenza degli alti valori civili di democrazia, di libertà, di diritti dei lavoratori, l’impegno storico per la vita delle donne.

Capo d’Orlando la ricorda non solo per le sua presenza di vacanza estiva in rapporto con i compagni fra cui quello noto con Zebedeo Basile, ma anche per il lavoro politico svolto nei paesi della Federazione dei Nebrodi. 

Simona Mafai