I Consiglieri Felice Scafidi e Linda Liotta all’esame del giorno dopo del programma “A Carte Scoperte”

Com’è nostra consuetudine torniamo sulla trasmissione di venerdì scorso, graditi ospiti i due consiglieri che proprio in quelle ore avevano tagliato in cordone ombelicale con la maggiornza del sindaco Ingrillì, Scafidi e Liotta che, come loro stessa ammissione i “non erano amati” dagli altri colleghi.
Possiamo ben dire, con un pizzico di malcelata compiacenza, che siamo stati testimoni/promotori dell’avvio del “conto alla rovescia” per l’appuntamento delle amministrative 2021 di Capo d’Orlando che i due Consiglieri hanno il pronti via.
Prima la puntata numero 25 del nostro programma “A Carte Scoperte” ha visto ospite l’attuale sindaco Ingrillì, legittimato a ricandidarsi alle prossime amministrative in quanto è possibile ricoprire la carica di “Primo cittadino” per due mandati consecutivi. Sebbene Franco Ingrillì abbia condotto la sua prima campagna elettorale mettendo le mani avanti e dicendo che la sua fosse una candidatura per servire il paese solo per 5 anni, si ha la netta sensazione che ci abbia provato gusto e voglia riprovare ad assumersi la responsabilità di governare per altri 5 anni una città piena di buche e buchi e, quindi, di contraddizioni.
Riteniamo legittimo che il sindaco uscente passi al vaglio dei suoi concittadini anche per capire, se il suo operato in questi anni abbia soddisfatto o meno. Non sarà una sorta di referendum pro o contro l’Amministrazione Ingrillì ma se gli elettori dovessero confermargli la fiducia vuol dire che si sia meritato i galloni. Gli elettori hanno sempre ragione… anche quando sbagliano!
Nella puntata di venerdì scorso, invece, “A Carte Scoperte ha ospitato i consiglieri comunali indipendenti Felice Scafidi e Linda Liotta. I due, saliti all’onore della cronaca politica per le scelte partitiche fatte, stanno proponendosi come una nuova realtà che si affaccia sulla scena delle prossime amministrative.
La Liotta è il capogruppo consiliare di Fratelli d’Italia e segretario del neo circolo territoriale omonimo mentre Scafidi è il commissario cittadino della Lega – Salvini Premier. Chi ha avuto modo di ascoltare l’intervista, sarà rimasto sorpreso, come il sottoscritto, della razionalità e la signorilità con cui i due consiglieri indipendenti si accingono ad affrontare l’ultimo anno di sindacatura Ingrillì.
Il conto alla rovescia è iniziato anche e sopratutto per loro. Dovranno continuare a dimostrare coi fatti cosa siano capaci di fare. Dovranno aggiungere nuove iniziative a quelle elaborate in Commissione Consiliare Permanente perchè alla gente non interessano le azioni amministrative se queste non incidono concretamente nella vita sociale ed economica. Dovranno imparare a confrontarsi direttamente con chi ha perso la fiducia nella politica perchè crede sia un ricettacolo di affaristi senza scrupoli.
Insomma, non vediamo vita facile per loro, non gli basterà sventolare onestà e competenza, impegno e coerenza, dovranno mostrare di avere il coraggio di buttarsi in un’arena piena di bestie fameliche che al primo errore si avventeranno sulle prede per sbranarseli. Come se loro, tutti loro, avessero le carte in regola per farlo. Ma il mondo è popolato di graziose facce di bronzo e non ci meraviglia più nulla!