Associazione Capovolti, operatori turistici o futuri politici di Capo d’Orlando? 

Stamattina ci è stato recapitato un invito con il logo dell’associazione “Capovolti” che campeggia sulla parte superiore del foglio. L’invito pubblicizza l’incontro dell’Assessore regionale al Turismo, Manlio Messina con le istituzioni locali, le associazioni e gli operatori del turismo e si terrà venerdì 17 alle ore 17 presso il Porto Marina.

E’ d’obbligo fare una breve parentesi per ricordare ai lettori che solo poche settimane fa abbiamo avuto il piacere d’intervistare l’assessore nel suo studio di Palermo. Il dott. Messina ci aveva confidato che presto sarebbe venuto a trovarci e per lui sarebbe stata la sua prima volta a Capo d’Orlando, manifestando soddisfazione per la presenza di tanti simpatizzanti di “Fratelli d’Italia”, partito ben rappresentato nel nostro paese. Alla dichiarazione di costituzione del gruppo consiliare di Fratelli d’Italia da parte di Linda Liotta si è aggiunta infatti la costituzione del Circolo Territoriale presieduto dal consigliere Sandro Gazia. La visita dell’assessore regionale rappresenterà, quindi, il battesimo pubblico del neo costituito circolo politico e noi facciamo un grosso in bocca al lupo a tutto il gruppo.

Tornando al simpatico e bislacco invito dei Capovolti, supponiamo che uguale invito oltre ad essere stato esteso agli organi di stampa per divulgare l’evento, sia stato indirizzato anche al sindaco di Capo d’Orlando, agli assessori e ai consiglieri comunali proprio in qualità di fruitori. Vi chiederete perchè lo abbiamo trovato stravagante, inusuale? La risposta è presto detta ed è legata ad una visione capovolta delle cose che accadono in politica, giusto per tenere fede al nome dell’associazione: le situazioni ed i ruoli in questo paese erano già capovolti, francamente che ciò venisse pure certificato anche se da un’associazione prestigiosa, non se ne sentiva il bisogno. Una volta erano i politici a proporre incontri per le associazioni, adesso è tutto il contrario, appunto, è capovolto! Da ora in avanti, non c’è alcun dubbio, dovremo riconoscere al gruppo dei Capovolti la dignità di una struttura politica, suffragata anche dal fatto che uno dei tre firmatari dell’invito sia il candidato sindaco di Naso, Gaetano Nanì. Essendo l’incontro a beneficio degli operatori del settore turistico, siamo rimasti disorientati nel costatare la presenza del presidente del Consiglio comunale di Naso, non sapevamo avesse un hotel, nè che fosse il titolare di un ristorante con una buona gastronomia tipica dei Nebrodi. Nulla di tutto questo. E allora, cosa c’entra il dott. Nanì con il turismo e con l’associazione Capovolti? Vero è che l’associazione CapoVolti è impegnata “nella generazione di un nuovo volano virtuoso di iniziative, di creatività, di cooperazione tra diverse parti/risorse per creare economia e benessere per le famiglie di questo territorio: per il presente e per il futuro” ma neanche a voler spremere le meningi riusciamo a trovare una collocazione idonea al buon Nanì che invece ha iniziato la campagna elettorale partendo dal paese sbagliato!
L’Assessore Regionale al Turismo, Sport e Spettacolo Dott. Manlio Messina, si legge ancora nell’invito della nuova classe dirigente orlandina “ci renderà edotti circa le iniziative della Regione Sicilia volte alla rivitalizzazione del settore turistico”. Mentre ci siamo meravigliati per Gaetano Nanì che firma anche lui l’invito in questione, nulla da eccepire sull’organizzazione “Capovolti , sennò avrebbero scelto un altro nome. Vi pare? Anzi, a pensarci meglio, riguardo al candidato sindaco forse avrà preferito il ruolo di consulente di Capovolti a quello di dirigente del partito della Meloni.
Se poi dovessimo avere bisogno di ulteriori delucidazioni in merito, basterebbe contattare telefonicamente i seguenti signori sotto elencati che rispondono al nome di:
Sergio Scalia cell. 3334650394
Salvatore Valenzise cell. 3393787589
Gaetano Nanì cell. 3929398095, rivolgendovi a loro, ogni problema come d’incanto, scomparirà!