Nubifragio a Palermo, città ancora sotto choc: chiuse alcune strade invase dal fango

Ancora disagi a Palermo dopo il violento nubifragio di ieri. Stamattina splende il sole in città e sono più visibili gli effetti del disastro prodotto dalla fortissima pioggia che per circa due due ore ha stravolto la città. A causa del vasto allagamento, informa la polizia municipale, la carreggiata centrale dell’arteria principale cittadina, viale Regione siciliana, direzioni Catania e Trapani, e i sottoponti di Piazzale Einsten, Rotonda Lazio e Rotonda Belgio, sono chiusi alla circolazione delle auto.
I vigili del fuoco continuano a operare con squadre e idrovore, verificando le auto rimaste in acqua, alla ricerca di eventuale dispersi. Resti del passaggio del fiume di acqua e fango e del ribaltamento dei tombini sono visibili un po’ ovunque. All’opera anche spazzatrici della Rap, l’azienda comunale di igiene ambientale, e pattuglie dei vigili urbani.
Intanto il ministro delle Pari Opportunità e della Famiglia, Elena Bonetti, in un tweet, ha espresso vicinanza alla città: “Con il cuore di nuovo a Palermo, vicina alle donne e gli uomini di questa città meravigliosa, che vivono ore difficili, di apprensione. Un pensiero di gratitudine all’uomo che ha soccorso a proprio rischio una mamma e il suo bambino”.