Si affievoliscono le speranze: ritrovata maglietta di Gioele, il procuratore Cavallo sul posto

Caronia – Trovati resti umani di un bimbo, potrebbero essere del piccolo Gioele. Nella tarda mattina di oggi, si sono infrante le speranze di ritrovare vivo il piccolo Gioele Mondello. In località Pizzo Turda, tra la sterpaglia sono state ritrovate delle ossa compatibili con quelle di un bimbo di quattro anni. Sembrerebbero resti martoriati, alcuni investigatori, parlano di un tronco: un corpicino su cui potrebbero essersi accaniti animali selvatici. Sul posto è sopraggiunto il Procuratore Capo di Patti, Angelo Cavallo, coadiuvato dalla polizia scientifica che ha recintato l’area. Il luogo del ritrovamento del bimbo, non è distante da quello in cui hanno trovato il corpo della mamma Viviana e questo apre molte ipotesi. Aspettiamo che si esprima il procuratore della Repubblica, e che riesca a fare luce sull’intricata vicenda, che ancora presenta troppi punti oscuri. Ieri mattina era stato papà Daniele Mondello a diramare una richiesta di aiuto a tutte le persone di buona volontà, per aiutare la famiglia e le forze dell’ordine a ritrovare il piccolo Gioele. Stamattina sono stati quasi cento, i volontari a presentarsi al rifornimento, tutte persone senza esperienza, ma con una grande speranza nel loro grandissimo cuore, quella di ritrovare Gioele vivo. Purtroppo il destino ha deciso diversamente. A trovare i resti un carabiniere in pensione. Gli inquirenti sono quasi certi si tratti di quelli del piccolo Gioele, ma si attende l’esame della scientifica per dissolvere ogni dubbio.