Replica al commento di Lucia Franchina

Gent.ma direttrice artistica
non amo imbastire polemiche a buon mercato, nè farmi tirare per i capelli per poi costruire una querelle che non avrebbe senso. Ma una replica mi sembra alquanto doverosa, costretto da una serie di inesattezze che lei impropriamente mi rovescia addosso.
Le mie non volevano e non sono provocazioni e men che meno “effimere”. A meno che abbia sbagliato ad occuparmi della sua organizzazione, allora sì che mi viene il dubbio. Le dico pure che, per consuetudine e per modo di essere, non mi faccio mettere in bocca cose che non ho detto, nè pensato. Come ha maldestramente tentato di fare.
Una di queste riguarda Carlo Sapone che non ho minimamente chiamato in causa. Lo ha fatto lei e ne prendo atto forse per un inconscio senso di pronto soccorso, ma sono fatti suoi non miei. E’ vero che Sapone era accanto a me giovedì sera e non mi pare rappresentasse alcuno di Notturno d’Autore. Il ruolo di Carlo Sapone, quella sera, mi pare fosse quello di responsabile della biblioteca di Capo d’Orlando.
Non mi sono neanche permesso di criticare lo spessore degli autori che si sono avvicendati negli eventi da voi organizzati, ma ho voluto sottolineare un certo modo comportamentale che evidentemente o lei non ha capito oppure io non mi sono spiegato bene. Quando lei afferma che “la sorprende questo improvviso interesse culturale” da parte mia, evidentemente lei finora ha vissuto in un mondo lontano, lontanissimo dal nostro.
Intanto, perchè da oltre quarant’anni mi occupo di fatti culturali, da 38 anni dirigo un’associazione culturale che si è occupata prevalentemente di teatro e di tante altre cose e, fatto non trascurabile, se oggi a Capo d’Orlando esiste una struttura per attività culturali il merito va ascritto all’Amministrazione comunale di Nino Messina e all’Associazione Culturale Rosso di San Secondo-Gruppo Teatrale Il Laboratorio. Ne ha mai sentito parlare?
Inoltre, in chiusura, vorrei rammentarle due cosette. La prima: qualche anno fa proprio a lei dedicai un’intervista che la mia Web Tv pippogaliponews.it trasmise a suo tempo e che volendo potrebbe ripassarsi per una rinfrescata. L’intervista fu fatta nello scenario del Porto di Capo d’Orlando e si discusse solo ed esclusivamente di Notturno d’Autore. Durata dell’intervista circa 30 minuti. Lo avrà dimenticato o ritiene fosse un fatto dovuto?
Infine, vorrei ricordarle, che chi fa questo mestiere gode del diritto di cronaca. Lei, molto democraticamente, mi ha quasi aggredito, ma come vede non ha sortito l’effetto sperato. Anzi. Non ho mai parlato di letargo, rilegga con calma quello che ho scritto. D’altro canto, stia serena, sono avvezzo a perdonare coloro i quali non sanno quel che fanno. E’ scritto nelle Sacre Scritture.
Qua la mano e amici come prima.