Questa mattina avranno luogo i funerali di Peppe Ingrillì

La notizia della scomparsa di Peppe Ingrillì, affettuosissimo padre del sindaco di Capo d’Orlando, ha addolorato non poco quanti hanno avuto il privilegio di frequentarlo durante i suoi 93 anni ben portati fino all’ultimo.
Peppe Ingrillì, imprenditore agrumicolo attento e dinamico all’evoluzione della società orlandina, si è particolarmente impegnato nel sociale in un periodo nel quale non era facile impegnarsi di “tasca propria”. Rivestì la carica di Presidente dell’Orlandina Calcio, facendosi apprezzare dagli sportivi e dai suoi più stretti collaboratori, che per lui nutrivano stima e affetto non solo per il grande attaccamento alla “sua” squadra di calcio, ma anche per il suo modo di fare franco e privo di infingimenti.
Competente ed appassionato, mai sentita una fanfaronata. Era ben saldo con i piedi per terra, in ogni situazione della vita. Ho avuto la ventura di collaborare con lui in un direttivo societario formato da Ciccio Portale, Ernesto Reale, Pippo Giuffrè, Pippo Galipò, Peppino Brogna, Calogero Gaglio e, naturalmente, Peppe Ingrillì.
Non ci siamo frequentati negli ultimi anni e ci vedevamo poco ma quando capitava erano incontri affettuosi e carichi di stima reciproca: mi riteneva il suo migliore collaboratore, ero tesoriere della società, e in questa veste “ricercatore di contributi e vendita di abbonamenti”.
Scusate l’autocitazione ma in quel campo, non avevo rivali e per le buone sorti della gloriosissma Orlandina Calcio ero disposto a scovare anche sotto il letto la vittima designata. Peppe Ingrillì, fu anche per molti anni, l’unico rappresentante in Consiglio Comunale del MSI dell’era Giorgio Almirante. Inutile dire e non è la solita frase di circostanza, Peppe Ingrillì lascia un vuoto difficilmente colmabile non solo per la famiglia ma per una fetta importante della società orlandina.
I funerali avranno luogo questa mattina alle ore 11,30 nella Chiesa Cristo Re.