2 Interrogazioni urgenti dei consiglieri Gemmellaro e Sanfilippo

Capo d’Orlando – I Consiglieri comunali di Capo d’Orlando, Sanfilippo e Gemmellaro, hanno deciso di non fare dormire sonni tranquilli all’Amministrazione guidata da Franco Ingrillì e, stamani una dopo l’altra, hanno prodotto ben due interrogazioni con carattere urgente, rivolte al sindaco e per conoscenza al presidente del consiglio comunale.
Sul Servizio di raccolta e smaltimento RSU Centro Comunale di raccolta rifiuti in località Pissi di Capo d’Orlando.

I Consiglieri comunali di Capo d’Orlando, Sanfilippo e Gemmellaro, hanno deciso di non fare dormire sonni tranquilli all’Amministrazione guidata da Franco Ingrillì e, stamani una dopo l’altra, hanno prodotto ben due interrogazioni con carattere urgente, rivolte al sindaco e per conoscenza al presidente del consiglio comunale.
Con Ordinanza Sindacale n° 64 del 17 settembre è stato affidato alla soc. Loveral srl il servizio di gestione, raccolta e smaltimento dei rifiuti solidi urbani, in conseguenza dell’avviso esplorativo del 29 agosto 2019. Tale servizio viene ancora oggi assicurato in regime di prorogatio;
Con Determina della Giunta Municipale del 27 agosto corrente anno avente per oggetto : Atto di indirizzo per la predisposizione degli atti propedeutici all’affidamento del servizio di igiene ambientale nel territorio di Capo d’Orlando, nelle more del completamento delle procedure di gara da parte della SRR Messina Provincia, è stato dato impulso al Responsabile dell’Area Contratti ed Appalti di porre in essere gli atti amministrativi propedeutici all’affidamento del predetto servizio di gestione per ulteriori mesi sei;
Tra i servizi gestiti dalla predetta società, è compreso anche quello della gestione del Centro Comunale Raccolta ubicato in località Pissi;
Tale gestione, secondo gli interroganti primo firmatario Sanfilippo Scimonella, risulterebbe carente, soprattutto sotto il profilo igienico sanitario, in quanto, nonostante le ormai note difficoltà conseguenti all’emergenza COVID 19, che ha visto a più riprese chiudere e riaprire il predetto CCR, pare che lo stoccaggio prolungato dei rifiuti comporti notevoli disagi ai Cittadini residenti nelle immediate vicinanze, oltre che alle strutture turistico ricettive e sportive ivi ubicate, a causa degli odori nauseabondi emessi;
considerato che tali circostanze sono state più volte poste all’attenzione della S.S. e degli altri Organi Competenti anche da parte di numerosi Cittadini, che hanno inviato petizioni ed hanno anche ricevuto apposite rassicurazioni da parte Sua, in occasione di alcuni incontri anche recenti, riguardo alla definitiva risoluzione dei problemi lamentati.
Ritenuto che, nonostante le acclarate segnalazioni e constatazioni, ancora oggi non risultano adottati provvedimenti risolutivi di alcun genere per ovviare a tale situazione di degrado ed incuria in cui versa il CCR di contrada Pissi dal quale peraltro si levano odori nauseabondi di ogni genere, che prefigurano un’emergenza igienico sanitaria;
I Consiglieri Comunali Sanfilippo e Gemmellaro interrogano la S.S. per conoscere e /o sapere, per quali motivi la SRR ,nonostante il lungo lasso di tempo trascorso, non ha ancora provveduto ad indire la gara per l’assegnazione del servizio in questione; “Quali urgenti ed ormai indifferibili interventi intende adottare per risolvere definitivamente la questione del degrado in cui versa il CCR scongiurando un’emergenza igienico sanitaria”.
E, infine, se l’area in cui è ubicato il CCR è idonea alla sua allocazione.

– Sulla mancata convocazione Consiglio Comunale per approvazione rendiconto di gestione esercizio finanziario 2019 e su Deliberazione n.147/2018 della Corte dei Conti – Sezione di controllo per la Regione siciliana. Premesso che: – il bilancio consuntivo (o rendiconto di gestione) è il documento con cui si rendiconta e certificano, alla fine dell’anno, le spese e le entrate effettivamente sostenute per la gestione dell’Ente Comune, da sottoporre al Consiglio comunale per l’approvazione; – la Circolare n.14 del 08 maggio 2020, dell’Assessorato Regionale delle Autonomie Locali e della Funzione Pubblica delle Regione Siciliana ha ulteriormente differito al 30 giugno 2020 il termine ultimo per l’approvazione del rendiconto di gestione per l’esercizio finanziario 2019; – la Circolare n.15 del 07 agosto 2020, dell’Assessorato Regionale delle Autonomie Locali e della Funzione Pubblica delle Regione Siciliana invita l’Ente Comune a trasmettere urgentemente gli estremi delle deliberazioni consiliari di adozione/approvazione del rendiconto di gestione 2019, rammentando che l’inadempienza determinerà l’attivazione della procedura sostitutiva mediante la nomina del commissario ad acta, a norma dell’art. 109 bis dell’O.R.EE.LL.; considerato che: -la Giunta Comunale ad oggi, non ha ancora provveduto all’adozione del rendiconto di gestione 2019, né quantomeno ha attivato le misure correttive intimate con Deliberazione n.147/18 dalla Corte dei Conti – Sezione di controllo per la Regione siciliana, nella quale, la Corte evidenzia molteplici profili di criticità sul rendiconto dell’Ente relativo agli anni 2015 e 2016 e sul bilancio di previsione 2016/2018; ritenuto che: – la mancata approvazione dei predetti atti amministrativi nei termini previsti dalla Legge, determina una presunzione di inadempienza dell’Ente e comporta l’avvio della procedura di nomina del Commissario ad acta con possibilità di pervenire allo scioglimento del Consiglio comunale;
quanto sopra premesso, considerato e ritenuto, i sottoscritti Consiglieri comunali interrogano la S.S. per sapere e/o conoscere:
1) i motivi per i quali ancora ad oggi, la Giunta comunale non ha provveduto all’adozione del del rendiconto di gestione 2019;
2) se sono state elaborate, a distanza di oltre due anni, le misure correttive intimate dalla Corte dei Conti e, quali iniziative intende intraprendere per ottemperare alla Deliberazione 147/18 nel più breve tempo possibile.