La “corsa” della messinese Livia, a soli 30 anni sarà console aggiunto in Brasile: l’insediamento avverrà domani

Ha appena 30 anni e domani si insedierà come console italiano aggiunto a São Paulo in Brasile, dopo l’esperienza come primo segretario dell’ambasciata d’Italia a Dakar, capitale del Senegal. Un forte senso dello Stato e un profondo spirito di servizio verso il cittadino hanno animato il sogno diplomatico della giovane messinese Livia Satullo.
Una “scalata” cominciata con una laurea triennale in Relazioni internazionali alla facoltà di Scienze politiche di Messina, proseguita con l’Erasmus in Francia e la specializzazione all’Ateneo di Forlì, considerato un polo d’eccellenza per chi vuole intraprendere la carriera diplomatica. Eppure la giovane Livia non manca di esaltare la formazione ricevuta in riva allo Stretto: «Ha avuto un ruolo centrale nel mio percorso professionale, è vero che Messina pecca in strutture connesse come biblioteche e servizi agli studenti, ma i nostri docenti sono altrettanto o anzi, a volte, anche più validi di quelli delle più blasonate Università d’Italia».