Basilica di Sant'Antonio ME

Parricidio di Messina, in tanti per dire addio a Pieluigi Mollica

Tanti amici e colleghi nelle sue molte attività ed interessi, le ragazze del basket che seguiva attraverso la squadra San Matteo e le loro famiglie, i giornalisti e i soci del giornale Tempostretto, stamani in tantissimi, dentro e fuori la Cattedrale, hanno detto addio all’imprenditore, giornalista e sportivo di 59 anni, seguendo i funerali officiati da padre Giuseppe La Speme.
“Pierluigi Mollica, un uomo pieno di gesti di attenzione, rispetto e promozione dei valori della vita – ha ricordato padre La Speme – Il suo esempio ci sproni nell’impegno a volerci realmente bene”. “Ha vissuto nel segno della gentilezza, disponibilità ed educazione – ha detto Pippo Trimarchi, editore di Tempostretto e socio di Pierluigi – Il suo messaggio era: proposta, non imposizione. Non c’è nulla di più rivoluzionario della gentilezza, per questo dobbiamo prendere questo messaggio di vita facendolo diventare bandiera e ideale della nostra”.
Le ragazze del San Matteo Basket hanno partecipato ai funerali in divisa, anche loro hanno voluto ricordarlo, commosse: ”Avevi sempre una buona parola per noi, ci hai trasmesso la tua passione per il basket e per la vita”. All’uscita della salma i fragorosi applausi hanno riempito la piazza della Cattedrale, mentre il feretro si allontanava, sotto le bandiere del San Matteo adagiate sulla bara.