Positivo al Covid dopo aver votato, 33 persone in isolamento

Va a votare ma scopre di essere positivo 33 persone in isolamento a Lascari. Ieri ultimo giorno di urne aperte a Lascari nel piccolo comune del palermitano dove si doveva eleggere il primo cittadino e fino all’ultima scheda è stato al fotofinish tra due candidati Antonio Cesare, sostenuto dalla lista “Città Viva” e Franco Schittino, sostenuto dalla lista “Lascari 2000”. Anche un singolo voto poteva essere determinante così un elettore non curante di avere la febbre ha deciso ugualmente di recarsi alle urne.
Oggi l’amara sorpresa l’esito del tampone che gli è stato fatto è risultato positivo e nel piccolo paese è allarme. E’ scoppiata una vera e propria fobia con tante polemiche nella pagina facebook del comune così oggi pomeriggio il neo sindaco eletto Franco Schittino ha dovuto precisare: “Con riferimento alle notizie che circolano sui social circa la positività del tampone di tre soggetti che hanno votato nella giornata di ieri a Lascari, si conferma la positività di uno di questi, mentre degli altri due, appartenenti allo stesso nucleo familiare, si è in attesa del tampone effettuato nella mattinata di oggi. Si ribadisce in ogni caso che le norme già sperimentate nel recente referendum fanno sì che le operazioni di voto siano svolte nelle condizioni di massima sicurezza (diversificazione dei percorsi, mantenimento delle distanze interpersonali, sanificazione delle mani, uso della mascherina, sanificazione periodica di tutti gli ambienti). Abbiamo in ogni caso disposto l’isolamento domiciliare di qualche caso particolarmente a rischio.
Stiamo altresì provvedendo ad individuare tutti i contatti esterni avuti dal soggetto risultato positivo, e in stretta collaborazione con le autorità sanitarie e l’arma dei carabinieri, stiamo disponendo l’isolamento fiduciario che in questo momento interessa circa 33 persone e le relative famiglie. Invitiamo, inoltre, chiunque abbia potuto avere contatti con il soggetto positivo, di cui per ovvi motivi non possiamo fornire le generalità, a mettersi in contatto con il proprio medico curante. Infine, le autorità sanitarie stanno mettendo a disposizione del distretto di Cefalù un congruo numero di tamponi rapidi per sottoporre a controllo i soggetti posti in isolamento”.