Galati Mamertino, la zona rossa rimane ancora per altri 7 giorni

La zona rossa a Galati Mamertino, comune dell’entroterra messinese, resta in vigore fino al primo novembre prossimo. Lo ha deciso la Regione, di concerto con l’amministrazione comunale guidata dal sindaco Nino Baglio, dopo il confronto di ieri pomeriggio insieme ai responsabili Asp. I contagi nel centro nebroidense sono stabili: circa 150 gli attuali positivi in quarantena, oltre 400 le persone in isolamento fiduciario.
C’è da dire, ad onor del vero, che I che riguardano il piccolo comune dei Monti Nebrodi, sono numeri in realtà frutto del ritardo nei risultati dei tamponi di controllo, alcuni dei quali arrivati soltanto negli ultimi giorni, malgrado siano relativi a test effettuati la scorsa settimana e nonostante i continui solleciti da parte del primo cittadino galatese.
La condizione dei contagiati è buona: la quasi totalità dei contagiati è asintomatico, i malati sono pochi e accusano tosse e qualche linea di febbre. Anche le situazioni più allarmanti sembrano rientrate: l’uomo ricoverato al Policlinico perché in difficoltà respiratorie è stato dimesso e sta bene ed è tornata anche la bimba di pochi giorni che era stata ricoverata a Catania perché positiva come la mamma. Anche le sue condizioni sono buone.
Anche se lo screening a tappeto è ormai terminato e la situazione dei contagi cristallizzata, il numero dei nuclei familiari di fatto in isolamento resta però alto. L’amministrazione ha quindi preferito tenere tutto chiuso ancora per qualche giorno.
L’ordinanza firmata ieri dal Governatore Musumeci resterà in vigore fino alle 24 di domenica 1 novembre. Per effetto dell’ultima ordinanza regionale, però, a differenza di quanto accaduto fino a sabato scorso da ieri nel centro galatese non potranno rimanere aperti gli esercizi commerciali, neppure se adeguati ai protocolli di sicurezza. L’ultimo decreto regionale, infatti, prevede una chiusura indistinta e su tutti i giorni per i centri in zona rossa.