Controlli nelle aree ferroviarie siciliane

Gli Agenti della Polizia di Stato in servizio presso il Compartimento Polizia Ferroviaria, nella settimana appena trascorsa, nel corso dei servizi finalizzati ad assicurare la safety e la security dell’utenza e del personale delle imprese ferroviarie hanno controllato 2.316 persone, ne hanno denunciato 4 ed hanno elevato sanzioni amministrative per circa 6.500 euro. Nel corso dei predetti servizi sono state impegnate 366 pattuglie in stazione e 115 a bordo treno.
In particolare, a Palermo, gli agenti della Polfer hanno denunciato un 31enne palermitano ritenuto responsabile di un tentato furto di un riduttore di nastro trasportatore, del valore di 800 €, in uso ad una ditta che sta svolgendo lavori di manutenzione all’interno della stazione centrale del capoluogo.
L’uomo è stato individuato grazie alle immagini del sistema di videosoveglianza, che hanno permesso ai poliziotti di riconoscere il sospetto in base alla descrizione ricevuta. Sempre a Palermo, è stato denunciato per resistenza a pubblico ufficiale un ventenne di origini subsahariane che ha tentato di sottrarsi ai controlli sferrando calci e pugni agli operatori. Per l’uomo, visto l’atteggiamento aggressivo e lo stato confusionale, è stato necessario anche attivare le procedure per un T.S.O.
A Messina la Polfer ha denunciato un cittadino polacco, in stato di ubriachezza e con atteggiamenti violenti, per violenza, minaccia e resistenza a Pubblico Ufficiale e un giovane italiano per aver violato le prescrizioni dell’avviso orale ricevuto dal Questore. Infine, gli agenti della Polfer di Taormina hanno svolto alcuni controlli ai carri trasportanti merci pericolosi e a seguito dell’attività investigativa, hanno elevato sanzioni amministrative per 6.500,00 euro.