Vincenzo Figuccia

500 donne siciliane chiedono le dimissioni del sessista Figuccia

Con un appello che ha fatto il giro dell’Isola, cinquecento donne siciliane chiedono le dimissioni di Vincenzo Figuccia, deputato leghista, che è intervenuto nei giorni scorsi con una frase violenta e maschilista sulla mancanza di donne nel rimpasto della giunta regionale di Governo guidata da Nello Musumeci.
Una caduta di stile che dimostra – scrivono nella lettera il gruppo di Siciliane, che raccoglie studentesse e professoresse, attrici, professioniste, attiviste e giornaliste – “l’arroganza al potere, l’avidità e l’ignoranza di chi si crede impune. Di chi alimenta la cultura patriarcale e machista rendendola pregiudizio morale di una visione plurale, che accoglie tutte le sensibilità e le valorizza”.
Ma gli uomini apertamente contro le frasi del triste leghista, potranno unirsi all’appello delle 500 donne siciliane?