Carlos Vinci

Il Movimento Civico PEOPLE’S FLASH MOB chiede un segnale di responsabilità al Sindaco di Capo d’Orlando

Una nota del promotore turistico Carlos Vinci, ironica e pungente a proposito della giornata dell’1 aprile, dedicata al Pesce d’Aprile. In parallelo all’Operazione Verità promossa da mesi dai 4 consiglieri comunali, da noi etichettati come i 4 moschettieri (Mangano, Liotta, Gazia e Scafidi), sul fronte dei movimenti civici continua a far sentire la propria voce il gruppo PEOPLE’S FLASH MOB, attivo su vari fronti. La “Verità” sulla situazione finanziaria del comune di Capo d’Orlando è il primo passo verso una rinascita del paese perchè come recita un vecchio motto “senza denari non si canta la messa”.

Di seguito la nota di Carlos Vinci:
“Bisogna trasmettere la grande verità sulla crisi che stiamo attraversando e soprattutto una richiesta d’aiuto ragionevole per affrontare i problemi che purtroppo esistono da troppo tempo e che molti di noi insieme ad alcuni consiglieri di minoranza stanno denunciato fortemente . Adesso bisognerà cambiare marcia, secondo il mio modesto parere, un Sindaco dovrà rivolgersi alla sua gente, dovrà trasmettere un messaggio nuovo di verità , di forte e definitiva verità per dare spazio alla futura vita pubblica del paese. Ognuno di noi dovrà fare la propria parte di lavoro, bisogna far nascere nel paese e soprattutto nelle contrade dei comitati di volontariato che potranno contribuire ad una nuova rinascita, al risparmio, ad un nuovo senso di vivibilità comune. Questo messaggio secondo me, stimolerebbe positività tra la gente e sarebbe la prima volta che i cittadini riceverebbero da un Sindaco quelle verità nascoste da decine di anni. Pensiamo a quante idee e progetti potranno essere messi in campo a costi ridotti, pensiamo a quei risultati che si potrebbero ottenere attraverso l’unione delle forze. Basta con le bugie, la storia vi renderà responsabili”.