Dipendenti in stato d’agitazione e trasferimenti in ritardo: il Sindaco chiede incontro urgente all’Assessore Regionale alle Autonomie Locali

“Sono solidale con i dipendenti del Comune di Capo d’Orlando: comprendo pienamente
il loro malessere e condivido le ragioni della loro protesta. A tutti chiedo di lottare
insieme per giungere ad una soluzione”. Il Sindaco di Capo d’Orlando Franco Ingrillì
commenta così l’assemblea dei dipendenti che sono in stato d’agitazione per i ritardi nel
pagamento degli stipendi. Lo stesso Sindaco Ingrillì parteciperà al sit.in organizzato dai
dipendenti per domani mattina davanti al Palazzo Municipale.
“Ho inoltrato un sollecito formale all’Assessore Regionale alle Autonomie Locali –
afferma ancora il Sindaco Ingrillì – c’è la necessità di un incontro urgente per affrontare
il tema dei trasferimenti regionali che sono in clamoroso ritardo. Praticamente attendiamo
dalla Regione un milione di euro di varie trimestralità oltre al saldo per il fondo di
investimenti per l’anno 2020. Non possiamo andare avanti con la sola riscossione dei
tributi. Vorrei che a Palermo mi accompagnasse una delegazione di dipendenti, che
continuo a ringraziare per lo spirito di sacrificio e la dedizione che quotidianamente
mettono al servizio dell’attività amministrativa e dei cittadini. All’Assessore Regionale
dobbiamo rappresentare il disagio dei lavoratori, delle loro famiglie e di un’intera
comunità. Il Governo Regionale deve comprendere che questa situazione intollerabile
non può pesare solo sulle spalle delle amministrazioni comunali”