Luigi Genovese

Ars, sì al Consiglio comunale dei giovani

L’Assemblea Regionale Siciliana ha votato “sì” al disegno di legge, di cui è promotore il deputato regionale Luigi Genovese, che istituisce in tutto il territorio regionale il Consiglio Comunale dei Giovani.
«Ringrazio sinceramente tutti i colleghi deputati che hanno creduto in questa idea. Era il primo obiettivo che mi ero posto quando ho deciso di candidarmi: creare in Sicilia uno strumento che potesse rafforzare il diritto di rappresentanza dei giovani nelle sedi istituzionali. Un organismo elettivo in cui avranno spazio ragazzi dai 16 ai 25 anni: giovani e giovanissimi che finalmente potranno vivere nuovi e importanti stimoli e al contempo incidere sulle dinamiche politico-amministrative di tutto il territorio regionale. In chiave prospettica – aggiunge il deputato – questa iniziativa potrebbe rappresentare un’opportunità per accrescere la qualità del processo di formazione delle classi dirigenti del futuro».
Il Consiglio Comunale dei Giovani potrà essere autonomamente istituito in tutto il territorio regionale con apposita delibera dei consigli comunali. La partecipazione alle sedute del consiglio è a titolo gratuito. Un percorso, della durata di tre anni, durante il quale l’organismo eletto svolgerà funzioni consultive e di proposta su questioni che riguardano i territori comunali, con un focus particolare su quelle di interesse giovanile.
«Questo progetto – conclude Luigi Genovese – mi stava particolarmente a cuore proprio perché sono convinto che dalle nuove generazioni possa arrivare un impulso importante per le comunità di tutta la Sicilia. Troppo spesso la parola giovani viene utilizzata per riempire di retorica insignificante il dibattito pubblico. Questa iniziativa, invece, rappresenta un netto cambio di prospettiva».