A Modica e Scicli maxi sequestro di 20.000 confezioni di falso cioccolato Igp

Sei negozi di Modica e Scicli vendevano del cioccolato con la falsa denominazione di “cioccolato di Modica” (primo cioccolato Igp d’Europa). Nei sei negozi, tutti riconducibili a due società, gestite da una famiglia modicana, sono state sequestrate circa 20.000 confezioni di cioccolato, di cui circa 6000 con la falsa denominazione.
Il cioccolato Igp, riconosciuto dal ministero che tutela e controlla il metodo di produzione, è accompagnato da un logo che rappresenta la «Valata ra ciucculata» e il «pistuni» (cioè lo spianatoio a mezzaluna e il mattarello cilindrico in pietra usati per la lavorazione a mano del cacao, tipica del cioccolato modicano). Inoltre, riporta un numero progressivo.
Le indagini hanno consentito di portare alla luce una frode in commercio mediante l’illecito utilizzo della denominazione “Cioccolato di Modica” e la contraffazione del marchio I.G.P. I rappresentanti delle due società sono stati segnalati alla locale Procura della Repubblica per “Frode nell’esercizio del commercio”, che prevede la pena della reclusione fino a due anni e la multa fino a 2.065 euro, e di “Contraffazione di indicazioni geografiche o denominazioni di origine dei prodotti agroalimentari”, che prevede la pena della reclusione fino a due anni e la multa fino a 20.000 euro.