Questura di Messina

La Questura di Messina ricorda il primo dirigente Giorgio Boris Giuliano

La Questura di Messina ha ricordato il Primo Dirigente della Polizia di Stato Giorgio Boris Giuliano, vittima di mafia. Nel piazzale antistante l’edificio della Questura, si è svolta la cerimonia di consegna di una targa in memoria del dottor Giuliano. La targa commemorativa, realizzata in marmo, è stata donata dal  Comitato Cittadino “100 Messinesi per Messina 2MILA8” in ricordo del sacrificio del funzionario di Polizia. All’iniziativa erano presenti, oltre al Questore ed al suo Vicario che hanno fatto gli onori di casa, il Prefetto, il Vice Sindaco, il Procuratore Capo, i Comandanti Provinciali  dell’Arma dei Carabinieri e della Guardia di Finanza, il Direttore del locale Istituto Penitenziario, il Comandante della Polizia Penitenziaria ed altre Autorità, nonché il professore Sandro Giuliano, fratello del caduto, ed il professore Piero Chillè, presidente del Comitato. Nel corso della cerimonia, il Vescovo Ausiliario di Messina Monsignor Cesare Di Pietro è intervenuto, ricordando la vittima, invitando tutti ad un preghiera comune e benedicendo la targa commemorativa. Nel pomeriggio, su iniziativa del predetto Comitato ed in concorso con il Comune di Messina, si svolgeranno ulteriori momenti commemorativi, tra i quali, alle ore 18.15, la  deposizione di una corona d’alloro, alla base della lapide sita nell’isolato 92 di questa via Natoli, dove il Primo Dirigente ha vissuto.