Il sindaco nomina la moglie al Comune

La ricerca da parte dell’amministrazione comunale di un funzionario da collocare al vertice dell’area economico-finanziaria si è conclusa con una decisione destinata a creare un vespaio di polemiche. La scelta è infatti ricaduta sulla dottoressa Marianna Spataro, moglie del sindaco Tommaso Iaria. Votata mercoledì scorso, la delibera che ha dato il via libera allo schema di convenzione finalizzato all’utilizzo congiunto della dipendente incardinata al Comune di Bova Marina, ha lasciato letteralmente basiti i rappresentanti politici locali, alimentando dubbi e perplessità sull’opportunità di una nomina del genere in un settore delicato come pochi. Nel corpo dell’atto deliberativo viene spiegato che il tentativo di trovare un ente disposto a “condividere” il proprio responsabile, è stato esperito «in tutti i Comuni e le province della Regione Calabria a eccezione di Melito Porto Salvo e Sant’Ilario dello Jonio e, in un primo tempo, Bova Marina». Da nessuno è arrivata la disponibilità a stipulare una convenzione per utilizzo congiunto o fuori dall’orario di lavoro, con modalità e termini da concordare.