Il primario del Cannizzaro di Catania, lancia l’allarme

Sandro Distefano, guida la Pneumologia Covid della struttura ospedaliera etnea: «Ho rivisto polmoniti bilaterali gravissime». Qualche domanda al primario di Pneumologia Covid:  Dottore Distefano. Due settimane fa lei ha lanciato l’allarme su una recrudescenza di casi. E’ sempre della stessa opinione? Andiamo incontro a un autunno caldissimo? «La situazione – spiega Sandro Distefano, primario della Pneumologia Covid del Cannizzaro- è già caldissima adesso. E ancora non siamo neanche a fine agosto. Nel reparto non ho più alcun posto. Sono pieno. E lo stesso sta accendendo anche ai miei colleghi del Cannizzaro. Il primario Iacobello ha soltanto pochi letti ancora liberi. E lo stesso sta avvenendo negli altri ospedali». L’assessore Razza pochi giorni fa ha detto che si sta provvedendo ad ampliare i posti disponibili…«So che le varie direzioni generali degli ospedali si stanno attrezzando. E così per l terzo inverno ci ritroveremo con una sanità che dovrà ridurre nuovamente l’assistenza a malattie tradizionali per lasciare il posto nuovamente ai malati Covid. Davvero assurdo. Per fortuna sino a questo momento noi alla Pneumologia ci stiamo difendendo con la telemedicina che sta funzionando benissimo. Tra sabato e lunedì scorsi abbiamo dimesso e rimandato a casa sei pazienti Covid che stiamo seguendo da casa. Purtroppo nel volgere di un giorno mi sono arrivati altri sei malati e il reparto è al completo».