Alla scoperta di 56 paesi in Sicilia: centinaia di visitatori con “Borghi dei Tesori Fest”

Una piccola invasione, in nome della bellezza, quella che sta avvenendo in 56 borghi siciliani dove l’altro
ieri si è aperto “Borghi dei Tesori Fest”. I visitatori sono giunti con ogni mezzo per poter approfittare delle
aperture di siti in gran parte di solito non visitabili, ma anche per partecipare a esperienze, laboratori,
concerti, degustazioni. Un popolo che ha studiato con attenzione i percorsi da fare, ma si è lasciato
trasportare: nessun borgo è rimasto vuoto, dalle Madonie ai Nebrodi ai Sicani, dai paesini di montagna a
quelli affacciati sul mare, dai luoghi del film “Nuovo cinema Paradiso” a Palazzo Adriano (dove le guide
era le comparse di trent’anni fa) all’aula monarchica di Vallelunga Pratameno con tanto di pagella
nominativa per ciascun visitatore: due tra le cento esperienze e passeggiate in programma.
Tante coppie, famiglie, gruppi di amici, accolti ovunque da una squadra entusiasta di giovani e
giovanissimi pronti a spiegare, accompagnare, coinvolgere. Ieri, domenica 29, si è continuato: escursioni
la mattina, visite e laboratori dalle 16 alle 22. I borghi sono 56, in otto province. Nel prossimo weekend (4
e 5 settembre) si aggiungeranno Pollina e Blufi, che ha dovuto rinunciare a questo primo fine settimana
per i danni causati dagli incendi. Il programma dettagliato della manifestazione su
www.borghideitesori.com. Il 25 per cento del ricavato dei coupon, che sono donazioni, sarà devoluto per
progetti a favore dei giovani dei borghi.