Promosse Milone e Cus Catania

Davvero incontenibile la Milone Siracusa . La compagine del presidente Maurizio Roccasalva conquista la quarta piazza nella finale Bronzo che si è disputata a Torino e centra la promozione nel secondo raggruppamento nazionale per club, la finale Argento del prossimo anno. Finale Argento che ha concluso la due giorni di Palermo dell’edizione del 2021. Una edizione senza siciliane, non sarà così la prossima. Un punto davanti alla Cento Torri di Pavia è bastato per ottenere la storica promozione. Il raggruppamento è stato vinto dall’Avis Barletta, le altre due squadre che andranno in Finale Argento sono Trevisatletica e Imola Sacmi Avis. La vittoria della Milone Siracusa è stata la vittoria del gruppo malgrado non manchino le punte di diamante che servono a trascinare l’intera squadra, coesa e battagliera. I podi: nei 5000 vittoria di Sahran Zouhir , il marocchino di Barcellona Pozzo di Gotto, con il tempo di 14.43.67. Il nostro si è ripetuto anche nei 3000 siepi con il tempo di 9.06.63. Andrea Magnano ha conquistato il secondo posto nell’alto con la misura di 2 metri. Giuseppe Faliti secondo nel triplo con un balzo di 14.21. Christian Indelicato terzo nel martello (52.43), Ottima la prova di Gabriele Bosco, terzo nella marcia (i 5000 metri in 23.59.38). Capitolo staffette, settimo posto nella 4×100 (Francavilla, Rotili, Arena, Giudice) e quinto nella 4×400 (Arena, Rotili, Roccasalva, Fonti). “Tutti i ragazzi si sono battuti come leoni con grande determinazione – afferma Maurizio Roccasalva – arrivare quarti senza Melluzzo (fermo per un leggero problema fisico n.d.r.) e Licata, è davvero grandioso. A Torino ho notato – conclude Roccasalva – un grande attaccamento alla squadra e grande spirito di gruppo. Alcuni atleti si sono sacrificati prendendo parte a gare non proprie“. Per la cronaca Matteo Melluzzo, come avevamo annunciato, ha seguito la squadra a Torino, ennesimo esempio gruppo unito e compatto. Zouhir Sahran – conclude il presidente della Milone – è stata la nostra stella in campo. Grandi prestazioni sono poi arrivate come sempre dai salti e dai lanci che non ci deludono mai. Sono molto felice, questo risultato mi e ci ripaga di tanti sacrifici.” Finale Argento che il prossimo anno vedrà il “ritorno” del Cus Palermo (impegnato a Caorle nella finale Oro) che, malgrado una seconda giornata di gare in crescendo è stato costretto alla retrocessione. Quartultimo posto e verdetto servito.