Quali progetti per Capo d’Orlando?

Dal momento che con il comizio di Renato Mangano, avvenuto ieri sera alle 19,40 in piazza Matteotti di Capo d’Orlando, i tre candidati alla poltrona più prestigiosa, lo stesso Mangano, Giuffrè e Ingrillì, potranno farci capire
finalmente quali progetti hanno in serbo per il futuro del paese e con quali idee li attueranno e, di conseguenza, perchè chiedono il consenso dei cittadini.
Certo è che quando parliamo di progetti e di idee non ci riferiamo alla lampadina che manca all’angolo di tale strada o alla buca che ancora non è stata riparata nella tal’altra via. Intendiamo, progetti e idee che incidano profondamente nel futuro di Capo d’Orlando. Che tipo di città si vuole avere sotto l’aspetto edilizio, si vuol mettere o no un punto fermo, per esempio, a non continuare a costruire insediamenti industriali in zona agricola?
E’ possibile ottenere un po’ di sensibilità e chiedere maggiori controlli a chi di competenza per evitare che si continui a scaricare a mare sversamenti nocivi soprattutto in periodi estivi quando i turisti affollano le spiagge della cittadina e non metterli invece in condizione di scappare? Il traffico automobilistico o meglio il caos automobilistico, è ormai un fatto talmente grave che se non si corre ai ripari in tempi brevi la gente non avrà più motivo di venire nella città di Sapore di Sale.
Non vogliamo fare il solito elenco di manchevolezze, sarebbe troppo lungo, vorremmo e chiediamo invece che si affrontassero temi i quali stanno al cuore alla gente e che si smetta una volta per tutte di predicare bene e
razzolare male. Vogliamo fatti ed impegni concreti.